Massimo
De Carlo
— Eventi
e fiere

THIS IS HOW WE BITE OUR TONGUE

— Elmgreen & Dragset

27 settembre — 13 gennaio, 2019

Questa mostra giustappone una rassegna delle loro sculture figurative emozionali con una nuova straordinaria installazione su larga scala che medita sul destino dello spazio civico.

www.whitechapelgallery.org

PLUS çA CHANGE, PLUS C’EST LA MêME CHOSE

— John Armleder

22 settembre — 06 gennaio, 2019

Museion apre la nuova stagione espositiva con la personale di John Armleder Plus ça change, plus c’est la même chose (più le cose cambiano, più rimangono le stesse). Unendo casualità e progetto, cultura alta ed entertainment, ironia straniante e analisi concettuale, Armleder ha messo in discussione, in tutto il suo percorso, il concetto di autore e l’idea di originalità e unicità dell’opera d’arte. Nonostante abbia creato un corpus estremamente eterogeneo di lavori, tutte le sue opere risultano frammenti, prospettive differenti di un’unica, grande opera: plus ça change, plus c’est la même chose!

www.museion.it

ELAD LASSRY

— Elad Lassry

20 settembre — 09 dicembre, 2019

Frac île-de-france presenta a le Plateau la prima mostra di Elad Lassry in Francia, dove l'artista propone una nuova serie di fotografie e sculture. In questa mostra Lassry combina la tecnologia analogica con la smaterializzazione dell'immagine, un fenomeno per cui l'immagine viene privata delle sue qualità fisiche e diventa onnipresente sotto forma di dati.

www.fraciledefrance.com

MICHAEL JACKSON ON THE WALL

— Yan Pei-Ming

28 giugno — 21 ottobre, 2018

Questa mostra esplora l'influenza di Michael Jackson su alcuni dei principali nomi dell'arte contemporanea, coprendo diverse generazioni di artisti attraverso tutti i media. A cura di Nicholas Cullinan, direttore della National Portrait Gallery, la mostra si aprirà nell'estate 2018 in coincidenza con quello che sarebbe stato il sessantesimo compleanno di Michael Jackson (il 29 agosto 2018).

www.npg.org.uk

360°

— John Armleder

23 giugno — 10 settembre, 2018

Venerdì 22 giugno il Madre presenterà 360°, la prima mostra retrospettiva dedicata all’artista svizzero John Armleder (Ginevra, 1948), uno dei grandi maestri dell’arte contemporanea la cui pratica si articola a partire della metà degli anni Sessanta fra disegno, pittura, scultura, installazione ambientale, performance, video, opere sonore, testi critici, progetti editoriali e curatoriali. La mostra al Madre, curata da Andrea Viliani con Silvia Salvati, riunisce per la prima volta tutti i principali cicli di opere dell’artista e comprende anche nuove opere realizzate appositamente, quali omaggi rivolti da Armleder a Napoli e alla Campania, in un’ipotetica versione contemporanea del Grand Tour.

www.madrenapoli.it

E DIMMI CHE NON VUOI MORIRE: IL MITO DI NIOBE

— Steven Claydon, Matthew Monahan

22 giugno — 23 settembre, 2018

La mostra, ispirandosi alla poesia ovidiana, nello specifico al mito antico di Niobe, propone un percorso visivo, letterario, immaginario, che coinvolge lo spettatore all’interno di strutture antiche, ora destinate ad esposizioni, che torneranno in vita attraverso la rievocazione del mito.

SCROLL TO TOP